2048

Stiamo nell’anno 2048 non si vive bene, tutto è sprofondato nel buio di anni senza luce e non se ne vede l’uscita.

Di odio, razzismo e repressione sono fatte le giornate.

Nessuno pensava che sarebbe accaduto di nuovo ma accade, accade sempre, l’umanità ricorda ma dimentica il dolore che sta dentro le tragedie, credo che è fisiologico, umano.

Eppure accade, con forme nuove, nuove vittime e sempre la stessa certezza, la sofferenza.

Qui siamo tutte vittime, ogni essere umano è stato deportato nel suo paese di origine o di appartenenza religiosa.

I cristiani sono stati uccisi o incarcerati in grande parte, perché non potevano circolare in altri paesi. Lo stato Vaticano ne può contenere pochissimi, sono rimasti solo i cardinali, il papa e qualche vescovo.

Gli ebrei stanno stipati dentro lo stato D’Israele.

Mentre i mussulmani stanno combattendo una guerra fratricida tra sunniti e sciiti.

Gli atei vivono chiusi dentro i loro stati senza poter mai uscire.

Nessuno credeva che sarebbe mai accaduto ma è accaduto e anche tutto abbastanza velocemente, nel giro di pochi anni ci siamo ritrovati dalla libertà di parola a dover parlare solo quando ci è concesso.

Dalla libertà sessuale a indecenti accoppiamenti tramite software avanzati, che decidono con chi dobbiamo sposarci in base al nostro reddito, salute e intelletto.

la gente si odia, ti ordinano di guardare con sospetto e di fare la spia se vedi qualcuno che infrange queste assurde leggi.

Prima ci hanno messo uno contro l’altro e poi ci hanno riempito la testa di paure assurde, come virus letali, bisognava alzare muri per difenderci da pochi bisognosi che cercavano di scappare dai loro paesi troppo sanguinari.

Gli scienziati che hanno cercato di opporsi sono stati rinchiusi in una località segreta sotto terra, chissà dove, a lavorare per i governi. Chiunque si oppone viene trattato con pasticche che ti fanno cambiare i pensieri e ti fanno pensare quello che per loro è più opportuno.

Nessuno credeva che sarebbe accaduto eppure è accaduto.

I gay non esistono più o almeno non si fanno riconoscere.

Gli scienziati del governo hanno dichiarato che è solo una perversione sessuale e quindi va punita con la castrazione per gli uomini e l’Infibulazione per le donne e poi vengono imprigionati e lasciati in isolamento a meditare, i loro figli affidati a case famiglia dove vengono riabilitati, i transgender sono stati uccisi.

L’immigrazione non esiste più,

non molto tempo fa guardavo il telegiornale, quando ancora esisteva e la notizia arrivò a squarciare il mio cuore

La “sea castel” l’ultima nave che ancora cercava di soccorrere esseri umani nel mediterraneo affondò con a bordo 12 migranti e 30 dell’equipaggio nell’indifferenza dell’Europa e del mondo. Era un mese che facevano richiesta di attracco a tutti l paesi che affacciavano sul mediterraneo ma già da tempo, nessuno voleva più accogliere e quella volta il mare decise per i governi e uccise quella povera gente.

Nello stesso momento in Messico davanti al muro che è stato costruito per dividerlo interamente dall’America un gruppo di persone per protesta si stavano suicidando, protestavano perché in Messico c’era la carestia la siccità e molto malattie, avevano dei cartelloni in mano con sopra scritto meglio morire per scelta che per fame e malattia.

Sono rabbrividita, quelle due notizie così terribili mi hanno fatto capire che oramai eravamo giunti alla deriva, infatti non mi ero sbagliata, poco dopo i governi di tutto il mondo imposero la registrazione digitale,

Tutti quanti per poter accedere a internet dovevano avere un identificativo digitale, in poche parole per accedere a internet devi scannerizzare la retina e accendere la localizzazione del dispositivo da cui fai l’accesso, si erano giustificati con l’autorità per la privacy, che era per la sicurezza, per catturare i terroristi che non erano più solo quelli di matrice islamica ma anche gruppi per la rivoluzione e resistenza contro i governi al potere, così facendo però, con il tempo accaddero degli episodi molto strani, quelli più attivisti Contro il governo, sui social o nei blog venivano rintracciati, picchiati e minacciati di morte in alcuni casi, in altri portati in questura e segnalati senza alcun motivo, tranne quello di esprimere la propria opinione.

Forse a quel tempo eravamo ancora in tempo o forse già eravamo inabissati, chissà, non lo sapremo mai, nessuno ha avuto il coraggio di reagire o erano tutti d’accordo, fatto sta, che l’indifferenza ha vinto e alla fine siamo diventati tutti clandestini in una terra che non ci appartiene più.

L’informazione non esiste più è tutto in mano al governo, solo qualche hacker oggi tanto riesce a far trapelare qualche notizia dal mondo. Io non lo so cosa succede in America o in Cina ma prego per loro.

Hanno detto che il male dei tempi era l’informazione, la chiamavano eversiva e deviante e a mano a mano è scomparsa.

E pensare che io credevo in un mondo che si sarebbe unito e accolto.

Per dividerci meglio ci hanno analizzato il dna è solo i più puri al ceppo di origine sono stati assegnati alle proprie nazioni, gli altri non sapendo dove collocarli li hanno mandati in Alaska ad estrarre il petrolio.

Nessuno credeva che sarebbe accaduto eppure è accaduto.

Spero in una invasione aliena che ci venga a salvare o che una meteorite gigante ci colpisca così da stravolgere tutto e ricominciare da capo.

Sogno di svegliarmi e scoprire che è tutto un incubo ma poi mi sveglio ed è reale così reale che sembra un incubo.

Nessuno credeva che sarebbe accaduto eppure è accaduto.

Fransisca Garofolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: